Quando lo spazio era pieno di misteri

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

U.B.EI

Questo arzillo vecchietto dall’aria gioviale è Martin.
Pochi giorni fa, Martin ha raggiunto la radura in fondo al sentiero. Ed è un fatto. Ma non sono triste per lui. Perché, anche se a dirlo suona strano, la morte fa parte della vita, e la sua, di vita, è stata lunga, produttiva e non troppo avara di meritate soddisfazioni. Ciò che più conta, io credo, è che si sia potuto godere ottantanove anni in discreta salute e soprattutto in piena lucidità mentale – cosa che di questi tempi è da considerarsi un dono raro – ed è rimasto in gioco fin quasi alla fine.

View original post 963 altre parole

Bambi non abita più qui

Tag

, , , , , , , , , , , ,

BlackS'n'Orange

Cervo della Virginia o Cervo dalla coda bianca (Odocoileus virginianus) © Christian Lirette

In questo inizio d’estate caldo e appiccicoso non mi riesce di fare molto più che lanciare qualche sassolino qua e là, augurandomi di avere prima o poi il tempo materiale per andarlo a ritrovare e percorrere il sentiero che avevo contrassegnato. Per il momento, devo accontentarmi di gettare un altro sassolino.

Il brano che segue è tratto da Il mito vegetariano di Lierre Keith, Sonzogno 2015. Sottotitolo: cibo, giustizia, sostenibilità: non bastano le buone intenzioni.
Delle quali, com’è noto, è lastricata la via per l’inferno. (Quest’ultimo commento è mio, of course, così come il grassetto con cui ho evidenziato un paio di frasi).


Attualmente i cervi stanno invadendo le foreste del Nord-Est degli Stati Uniti, mangiando i giovani alberi fino a estinguerli. Nell’arco di 50 anni potrebbe non esserci più una foresta, e questo significherebbe la fine anche…

View original post 255 altre parole

L’alba di un nuovo giorno

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

A proposito di vacanze romane e di risposte esistenziali in una notte di maggio…

Nessuna cosa al mondo maggior di Roma

Roma. Via Sacra e Arco di Tito. Foto da archivio Telegraph.co.uk

Questo è il primo giorno del resto della tua vita.

Quante volte abbiamo letto o ascoltato un’osservazione simile?
Per essere un luogo comune, un esempio di retorica fra i più abusati, rimane comunque una bella frase. Buona per ogni cambiamento o rito di passaggio che tracci un solco netto fra un prima e un dopo, una pacca sulla spalla – al diretto interessato da quel dopo – che lo esorti a coglierne gli aspetti positivi.
Un modo per dirgli: animo, guarda la strada che hai davanti a te, e falla tua.

View original post 791 altre parole

#FioreGiallo n° 29 (o dei quesiti fondamentali)

Tag

, , , , , , , ,

Nove fiori gialli

La cosa più importante è godersi la vita – essere felici – è tutto ciò che conta.

Audrey Hepburn

.
Non ricordo quando e dove abbia letto questa citazione, ma ricordo benissimo per quale motivo me la sia annotata.

La deliziosa Audrey, la musa dagli occhi di cerbiatto, la principessa di Vacanze Romane che rimarrà (sia lei che il film) un gran bel ricordo della mia infanzia, mi aveva posto un quesito mica da ridere.
O, per meglio dire.
Si può essere d’accordo o meno su quanto sopra affermato, ma va da sé che venga spontaneo domandarsi quale sia la propria versione dei fatti.

Ordunque, poiché siamo giusto in periodo di esami di maturità, e da un paio di giorni è iniziata ufficialmente l’estate, la domanda è perfetta sia come traccia per un tema che come compito per le vacanze.

Qual è la cosa più importante?

Mi prendo un po’…

View original post 8 altre parole

Arcani riflessi

Tag

, , , , , , , , ,

U.B.EI

Reason to Stay – Rifugio Remondino – Alta Valle Gesso (Cn) © maurimarino 2016, per gentile concessione

Di suggestioni e di combinazioni.

David Bowie è un artista che conosco e apprezzo da sempre, ma dal quale (come a volte mi capita, con alcuni) finora mi ero lasciato attraversare in modo occasionale, senza soffermarmi su di lui se non per qualche istante, fosse pure piacevole e intenso, per poi passare oltre.
Possiamo dire che gravitasse all’esterno della mia orbita, in silenzio, con garbato riserbo, affacciandosi di tanto in tanto per un saluto.

View original post 277 altre parole

(Coming soon)

Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Non avevo mai pubblicato, finora, l’anticipazione di un futuro (prossimo) post. C’è una prima volta per tutto. Del resto, è trascorso davvero troppo tempo dall’ultima occasione in cui ho manifestato segni di vita.
Eccone uno fresco, dunque… 🙂


Luoghi non luoghi © maurimarino 2011

Gentlemen! Welcome to Fight Club.

Il Primo dei Tre avvertì un movimento alle proprie spalle.
Il Secondo dei Tre si voltò, e con la coda dell’occhio fece in tempo a scorgere qualcosa che, fulmineo, se la svignava all’esterno.
Il Terzo dei Tre rimase immobile e in ascolto per alcuni istanti, accertandosi di non udire alcun rumore.
Infine, i Tre tornarono a indagare l’interno di quel luogo, lasciando che i dettagli e il quadro d’insieme facessero fluire in loro sentimenti, ricordi, libere associazioni di idee.

(continua)

 

L’anno che verrà

Tag

, , , , , ,

Macromondi. Macropaesaggi. Valle Maira. © maurimarino 2016, per gentile concessione

Avete presente quei periodi in cui si è appena tornati da una lunga vacanza e si fatica a riprendere il consueto ritmo quotidiano? A me capita una cosa del genere dopo le feste di fine/inizio anno. E senza essere andato in vacanza.

Credo dipenda dal fatto che ho un rapporto un po’ complicato con le festività natalizie, perché (più spesso di quanto non accada il contrario) finisce che non mi trasmettano alcuna leggerezza. Anzi.

E poiché questo è un tempo dell’anno che la tradizione vuole dedicato ai buoni auspici, ecco che il mio, per quel che mi riguarda, viene di conseguenza: ritrovare fra le mie risorse interiori un certo grado di leggerezza.

O morire provandoci.

(Un po’ drastica come alternativa, lo riconosco 😀
Ma non so mai rinunciare a un pizzico di autoironia, che spero sia evidente. Così, per sdrammatizzare).

In conclusione: buon anno a tutti, anche se in ritardo.
E buon compleanno a questo blog, che oggi ne fa 5.

Mezzo passo più tardi

Tag

, , , , , , , , , , , ,

Hazen Mavi

(in precedenza: L’ultima alba)

– E ora, cosa vedi?

Kreb Korbo, ufficiale pilota di prima classe, sbuffò piano nel microfono e trattenne un’imprecazione.
– Con l’età stai diventando noioso, Zic.
– Può darsi. Ma tu cosa vedi?
– Lo stesso di un minuto fa.
– Cioè? Ripetimelo per favore, perché forse prima non ho capito bene.
– Nebbia, solo nebbia.
– Sarebbe a dire che non vedi niente.
– Esatto.
– E non credi che sarebbe il caso di ritirarci più indietro?
– No. Manteniamo la posizione fino a nuovo ordine.

View original post 1.224 altre parole

#VersoCasa. 1 – Un sentimento inarrestabile

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Roma è uno stato d’animo. Roma è casa.
Storia di un sentimento, a puntate. Questa è la prima.

Nessuna cosa al mondo maggior di Roma

Immagine dal film Il Gladiatore (2000) di Ridley Scott

Fra le molte, moltissime scene memorabili de Il gladiatore, ce n’è una a cui sono affezionato in modo particolare. Marco Aurelio (Richard Harris) e il generale Massimo Decimo Meridio (Russell Crowe) stanno conversando nella tenda dell’imperatore romano, dopo la vittoria contro i barbari germanici all’inizio del film. Il generale afferma che i suoi uomini hanno combattuto e sono morti per il proprio sovrano, Marco Aurelio appunto. E per Roma.

View original post 395 altre parole

Il valore in sé

Tag

, , , , , ,

BlackS'n'Orange

Lo so. Pubblicare la foto di un cucciolo fa sempre tenerezza e garantisce un discreto successo. E’ quel che si dice prendersi un piccolo vantaggio iniziale.

Eppure, a mostrare una particolare attenzione verso gli animali, o verso i loro habitat naturali, si finisce prima o poi per attirarsi qualche critica. Pressoché sempre la stessa. Ovvero, che ci sarebbero cose più importanti di cui preoccuparsi. Le persone, ad esempio. I malati che soffrono, gli anziani soli negli ospizi, i tanti uomini donne e bambini che in questo preciso momento, nel mondo, stanno morendo di fame.

View original post 439 altre parole