Tag

, , , , , , ,

Tifare è un dovere di tutti, riuscirci è un onore di pochi.

Sta scritto sulle nostre sciarpe, ma chissà com’è che proprio ieri sera mi sia venuto il dubbio che qualcuno non abbia capito il significato, nè lo spirito, di questa frase.
Ma non eravamo noi quelli “mai schiavi del risultato”, quelli che “chi tifa Roma non perde mai”?
Quelli che, solo quattro giorni fa contro la Fiorentina, esponevano in Curva Sud uno striscione che ineggiava a Luis Enrique, “uomo vero in un mondo di falsi”, incitandolo ad andare avanti così, con le proprie convinzioni e il proprio lavoro?
E invece siamo arrivati, alfine, e di nuovo, ai giocatori chiamati sotto la curva per prendersi la ramanzina di qualche esagitato, come se la curva fosse un tribunale popolare deputato ad emanare sentenze sportive per direttissima.

Provo pena e profondo disgusto, in simili occasioni, nel vedere certi piccoli uomini frustrati e prepotenti – peggio ancora se indossano i miei stessi colori – che se la prendono con i propri idoli come se si sentissero in diritto di gridar loro di tutto, e di obbligarli a fare ammenda per un goal sbagliato o una partita storta, per il semplice fatto di aver pagato il biglietto dello spettacolo e non essere soddisfatti del risultato.
Che si sentono padroni del giocattolo per aver sventolato una bandiera e cantato un paio di cori, e apostrofano arrabbiati il Capitano come se fosse lui a dover loro qualcosa, e non il contrario, ovvero praticamente tutto, da 20 anni a questa parte.
Una cosa è esprimere insoddisfazione e dissenso in modo civile, ben altra sono le aggressioni verbali a giocatori e dirigenti, e gli accendini lanciati in testa ai rappresentanti della FIGC (complimenti, aver fatto una figura meschina in eurovisione qualche anno fa non vi è bastato, vero?).

Ma chi vi credete di essere? Mi sono davvero stancato, come tifoso della Roma e come appassionato di calcio, di dover assistere a certe scene.
Scendete da quegli spalti, razza di cialtroni, e andate a lavorare!

_________
(La foto che compare nell’articolo è tratta da questa pagina web)

Annunci