Tag

, , , , , , , , , , ,

jpg_2213709Il deputato PD Ivan Scalfarotto, tra i firmatari di una nuova legge anti-omofobia di cui ha scritto giorni fa Tommaso Cerno su L’Espresso (citando Scalfarotto medesimo) in un articolo che avevo ripreso sul mio blog, ha oggi risposto alle critiche contenute in tale precedente commento.
Lo ha fatto nel corso di un’intervista rilasciata, sempre per L’Espresso, a Luca Sappino, intervista di cui a mia volta do ora evidenza. Non solo per riconoscere a Scalfarotto un doveroso diritto di replica, ma per la sua chiara descrizione dei maneggi a cui i nostri parlamentari si vedano costretti, al fine di far giungere in aula dei testi di legge “scomodi”, superando gli sbarramenti delle varie commissioni e dei veti incrociati dei loro componenti.
In pratica, una tattica che consiste nel fare due passi indietro e tre di lato, sperando di poterne poi fare uno in avanti. Fino ad oggi avevo letto di cose simili solo nei racconti di Heinlein: genere fantascienza dunque.
Scoprire quanto la realtà della politica possa superare la fantasia può essere davvero molto istruttivo.

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/caro-cerno-io-non-faccio-spot/2213708

_________
(La foto che compare nell’articolo è tratta da questa pagina web)

Annunci