Tag

, , , , ,

fotoprodotti12_gelati

Intermezzo gastronomico, che data la kermesse in corso a Bra in questi giorni (e fino a tutto domani) ci sta a puntino.
Sono reduce da un’eccellente sabato sera gastronomico a #Cheese2015 che ormai, per me e alcuni amici altrettanto affezionati ad appuntamenti consimili, è diventata una tradizione irrinunciabile. Come per molti altri braidesi, oltre a una marea di turisti che ogni due anni confluiscono qui da ogni dove.
Ieri sera, devo proprio riconoscerlo, più ancora di precedenti edizioni, mi sono tolto delle belle soddisfazioni. Introdotte, a fine pomeriggio, da una chicca straordinaria che vi voglio segnalare.

Fra i vari truck food che si snodano su un lato di piazza Roma (e non potete sbagliare, perché sull’unico altro lato occupato da espositori vi sono unicamente padiglioni) ce n’è uno piccolino e coloratissimo, un ape food che vende gelati. Purtroppo non ho pensato di fare una foto e twittarla, del resto non avevo ancora assaggiato il gelato. E quando sono tornato, qualche ora dopo, era tardi e il chiosco aveva già chiuso. I colori comunque sono questi qua, da una foto presa, come la prima in alto, dal sito dell’azienda.DSCF0272

Cos’hanno di speciale i gelati che potete trovare colà? Beh, i gusti sono un po’ particolari. Io ho provato fragoline ubriache al Brachetto e nocciole col miele. E, ragazzi, credetemi: se mai è esistito un cibo degli dei, doveva avere quei sapori. Un gelato divino.

E se non volete credermi sulla parola, fate bene: andate di persona, se siete da queste parti, e sinceratevene. Sono certo che mi ringrazierete 🙂
Se invece non riuscite a passare da Cheese o avete già altri programmi, niente paura: l’azienda in questione si chiama Dalpian ed è un agriturismo in provincia di Genova, che a giudicare da ciò che si può evincere dal sito, oltre che dal gelato di cui sopra, vale proprio la pena di una visita.

Magari, fra qualche giorno o settimana ci incontreremo proprio lì, con alcuni di voi. Chissà. Nel caso, mi raccomando: fatevi riconoscere 😉

 

Aggiornamento del 21/09/15

Questa mattina sono tornato sul luogo del delitto, e parlando con il titolare ho scoperto che l’azienda in questione non è più un agriturismo (le diciture sul sito, così come le fotografie che ritraggono una sala da ristorazione, sono da considerarsi obsolete). Rimane però un’agrigelateria, che considerato quanto degustato e sopra descritto, val bene una capatina nel caso si passi da quelle parti 🙂
Le materie prime derivano da di 11 ettari di proprietà coltivati a frutteto, i cui prodotti vengono poi trasformati sul posto, in confetture… e gelati!

 

Annunci